SUSA

Punto nascite: 6mila "no" contro la chiusura

Martedì le mamme consegnano la raccolta firme in Regione

21 Gennaio 2013 - 20:52

Punto nascite: 6mila "no" contro la chiusura

La raccolta firme a difesa del punto nascite dell’ospedale di Susa sta proseguendo a buon ritmo e stamattina il comitato “Mamme che hanno partorito a Susa” porterà in Regione, all’assessorato alla sanità, la prima tranche di adesioni raccolte in queste settimane. In tutto, tra quelle raccolte dal comitato delle mamme e quelle messe insieme dai sindacati nel banchetto di fronte all’ingresso di corso Inghilterra, sono oltre 6mila le firme che chiedono alla Regione ed all’Asl di riconsiderare la volontà di mettere i sigilli ad uno dei reparti d’eccellenza del presidio ospedalierio segusino.

su Luna Nuova di martedì 22 gennaio

 

 

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Collegno, stop alle auto davanti alla scuola Leumann

Collegno, stop alle auto davanti alla scuola Leumann

VIABILITA'

La cultura valsusina ha perso il maestro Marcello Oliveri

La cultura valsusina ha perso il maestro Marcello Oliveri

LUTTO

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

TORINO-LIONE

Rivoli, panettoni per il personale del Pronto soccorso

Rivoli, panettoni per il personale del Pronto soccorso

SANITA'

Rivoli: a Cascine Vica avanza il cantiere per la metropolitana

Rivoli: a Cascine Vica avanza il cantiere per la metropolitana

TRASPORTI

Alpignano, lavori al ponte al via in primavera

Alpignano, lavori al ponte al via in primavera

VIABILITA'

Villardora, al via i tamponi rapidi: ecco come funzionano

Villardora, al via i tamponi rapidi: ecco come funzionano

CORONAVIRUS

Tav, incontro governo-sindaci rinviato a venerdì mattina

Tav, incontro governo-sindaci rinviato a venerdì mattina

TORINO-LIONE

Tav: mercoledì l'incontro tra l'Unione montana e la ministra De Micheli

Tav: mercoledì l'incontro tra l'Unione montana e la ministra De Micheli

TORINO-LIONE