NOVALESA

Stefano torna a casa: «Il botto, poi il sangue»

Parla il meno grave dei feriti: «Un barattolo rosso, non sembrava una bomba»

07 Marzo 2013 - 22:58

Stefano torna a casa: «Il botto, poi il sangue»

È già tornato a casa, una villetta in borgata S.Anna, Stefano Clemente, uno dei tre ragazzi feriti dallo scoppio della bomba a mano Breda 35, residuato bellico della Seconda guerra mondiale. A differenza dei suoi due amici, per cui persiste sempre il pericolo di perdita della vista, Stefano, l’unico maggiorenne del gruppo, si trovava a qualche metro di distanza dalla bomba quando è deflagrata e la pioggia di schegge che pur l’ha investito in pieno, è risultata meno distruttiva. Le sue gambe, in particolare quella destra, portano ancora i segni delle decine di schegge rilasciate dalla bomba, come pure le sue mani, ma è stata una sola la scheggia andata a conficcarsi nel suo occhio destro, operato già nella serata di sabato. «Mi hanno detto che probabilmente perderò qualche decimo di vista, ma rispetto a quello che è successo ai miei amici mi considero molto fortunato».

su Luna Nuova di venerdì 8 marzo

 

 

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Dal corteo alla battitura delle recinzioni del cantiere: il lungo sabato No Tav

Dal corteo alla battitura delle recinzioni del cantiere: il lungo sabato No Tav

PROTESTA

Caprie: cercatore di funghi precipita nel bosco, salvato dal soccorso alpino

Caprie: cercatore di funghi precipita nel bosco, salvato dal soccorso alpino

INFORTUNIO

Pianezza, a fuoco il fienile dell'azienda agricola La Primula

Pianezza, a fuoco il fienile dell'azienda agricola La Primula

INTERVENTO

Piossasco, sorprende i ladri in casa: ucciso in salotto

Piossasco, sorprende i ladri in casa: ucciso in salotto

CRIMINALITA'

Giaveno, corse clandestine in auto: presi i tre "piloti"

Giaveno, corse clandestine in auto: presi i tre "piloti"

SICUREZZA STRADALE

Collegno, una tartaruga "azzanatrice" abbandonata in strada

Collegno, una tartaruga "azzannatrice" abbandonata in strada

CURIOSITÀ

Mistero a Vaie: ritrovamento di ossa in un vecchio scantinato, locale sotto sequestro

Mistero a Vaie: ritrovamento di ossa in un vecchio scantinato, locale sotto sequestro

CENTRO STORICO

Rivoli, bodypainting in piazza San Rocco

Rivoli, bodypainting in piazza San Rocco

ARTE

Rivoli, rapina in villa: gioielliere ferito ad un ginocchio

Rivoli, rapina in villa: gioielliere ferito ad un ginocchio

CRIMINALITA'