COVID 19

Sauze d'Oulx, Daverio guarito: «È stata una battaglia difficile»

Venti giorni di paura in Sicilia per l'albergatore ed ex direttore del parco Alpi Cozie

09 Novembre 2020 - 22:40

Sauze d'Oulx, Daverio guarito: «È stata una battaglia difficile»

di CLAUDIO ROVERE

«Sono stati venti giorni difficili, i primi dieci terribili; è un’esperienza che non auguro a nessuno». Stefano Daverio, 54 anni, albergatore di Sauze d’Oulx, ex vicesindaco del Balcone delle Alpi e per anni alla guida del Parco delle Alpi Cozie, condensa così le tre difficili settimane vissute da contagiato Covid in Sicilia, dove si trovava per gestire il suo hotel Diamond a Giardini Naxos. «È una malattia subdola - confessa Daverio - in albergo abbiamo fatto sempre molta attenzione, andando addirittura oltre le regole di prevenzione, come l’uso costante della mascherina, il frequente lavaggio delle mani e la sanificazione dei locali, ma il virus è riuscito inspiegabilmente ad infiltrarsi lo stesso; certo abbiamo avuto molta gente in albergo, ma pensavamo di aver fatto un’ottima prevenzione, invece è andata diversamente».

Il suo contagio è avvenuto circa a metà ottobre. «Ho avuto i primi sintomi domenica 17 - ricorda l’albergatore - febbre a 38 e mezzo, perdita del gusto e dell’olfatto, stanchezza, e per primi tre giorni un mal di testa terribile, che penso di non aver mai accusato in vita». Sintomi fin troppo chiari, ufficializzati dal primo tampone, eseguito in uno studio privato. «Anche in Sicilia si deve aspettare un sacco passando dal pubblico»

Il mal di testa, come detto, passa, dopo i primi tre giorni, ma gli altri sintomi permangono per una decina. «Confesso che ad un certo punto ho avuto paura, non me ne vergogno - ammette Daverio - e per un paio di giorni sono stato lì lì per chiamare il 118». Alla fine Daverio si fa forza da solo, «Anche se essere da solo, lontano da casa, contribuisce ad aumentare le paure - osserva - è l’isolamento la parte più brutta di questa malattia, ora posso dirlo che l’ho provato sulla mia pelle». Una malattia, nel caso di Daverio, che inizia a “virare”, nella notte fra il 26 e il 27 ottobre. «La sera prima avevo ancora 39 di febbre - ricorda l’albergatore sauzino - la mattina mi sono svegliato completamente sfebbrato».

E adesso, al terzo tampone negativo, Daverio può dirsi ufficialmente guarito. Anche se un po’ di “ricordi” la malattia li ha comunque lasciati. «Sono spossato - ammette - non riesco a fare più di 50 metri a piedi senza essere stanchissimo e con la necessità di riposarmi, è dura anche la convalescenza». Per questo ha deciso di trascorrerla a Giardini Naxos, per tornare in alta valle soltanto quando sarà completamente ristabilito. «Qui c’è un clima ancora primaverile - confessa - e poi siamo soltanto, per ora, in zona arancione, c’è un po’ più di libertà di movimento; se torno su mi devo rinchiudere in casa, chi me lo fa fare?». Intanto, a tavolino, inizierà a pianificare la stagione invernale del suo park hotel Gran Bosco. Una stagione per forza di cose piena di incognite. «Sto cercando di capire come fare, ma per il momento è difficile pianificare, non sono granchè ottimista». Una seconda battaglia lo attende, forse ancora più dura di quella, vinta, contro il Covid.

Su Luna Nuova di martedì 10 novembre 2020

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Collegno, stop alle auto davanti alla scuola Leumann

Collegno, stop alle auto davanti alla scuola Leumann

VIABILITA'

La cultura valsusina ha perso il maestro Marcello Oliveri

La cultura valsusina ha perso il maestro Marcello Oliveri

LUTTO

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

TORINO-LIONE

Rivoli, panettoni per il personale del Pronto soccorso

Rivoli, panettoni per il personale del Pronto soccorso

SANITA'

Rivoli: a Cascine Vica avanza il cantiere per la metropolitana

Rivoli: a Cascine Vica avanza il cantiere per la metropolitana

TRASPORTI

Alpignano, lavori al ponte al via in primavera

Alpignano, lavori al ponte al via in primavera

VIABILITA'

Villardora, al via i tamponi rapidi: ecco come funzionano

Villardora, al via i tamponi rapidi: ecco come funzionano

CORONAVIRUS

Tav, incontro governo-sindaci rinviato a venerdì mattina

Tav, incontro governo-sindaci rinviato a venerdì mattina

TORINO-LIONE

Tav: mercoledì l'incontro tra l'Unione montana e la ministra De Micheli

Tav: mercoledì l'incontro tra l'Unione montana e la ministra De Micheli

TORINO-LIONE