ANIMALI

Spuntano altre foto dello stambecco bianco e senza corna

Le ha scattate a ottobre Andrea Castagno, di S.Ambrogio

16 Novembre 2020 - 22:54

Spuntano altre foto dello stambecco bianco e senza corna

di CLAUDIO ROVERE

Le foto dell’ibrido albino stambecco-capra, realizzate dalla cumianese Loredana Daghero sul versante valsusino del Palon e pubblicate su Luna Nuova di venerdì hanno fatto il giro del web in poche ore, suscitando curiosità e le reazione più disparate. Tra coloro che hanno visionato con curiosità le immagini anche un appassionato di montagna di S.Ambrogio, Andrea Castagno, che andando a scartabellare nel proprio imponente archivio fotografico alpino si è ricordato di averlo già visto quell’animale. Sì, come dimostrano le immagini qui sopra, è proprio lui, lo stambecco bianco e senza corna.

«Le foto le ho scattate a inizio ottobre sulla cresta sud del monte Palon, sul versante verso il colle della Croce di ferro, raggiunto dal sentiero che parte dall’alpeggio le Combe sopra Chianocco - svela Castagno - Inizialmente non ci avevo dato troppo peso perché pensavo fosse una pecora poi anche dopo il vostro articolo ho chiesto parere ad un mio conoscente che lavora nel Comprensorio alpino e mi ha confermato essere uno stambecco ibrido, ovvero un incrocio tra stambecco e una capra».

È la prima volta che al 39enne santambrogese capita di vedere una cosa simile. «Si muoveva con un folto gruppo di maschi di stambecchi piuttosto anziani a vedere le corna (una dozzina almeno) e come tutti gli stambecchi si fanno avvicinare abbastanza (15 metri) prima di allontanarsi (ma non troppo). Sicuramente è da nato nel gruppo perché sembrava ben integrato nonostante l’evidente difformità».

Andrea Castagno lavora come disegnatore meccanico in una azienda di Chiusa San Michele. «Vado in montagna per passione, ho salito in lungo e in largo tutte le montagne sia della valle e anche al di fuori (Francia, Piemonte, Valle D’Aosta). Faccio foto soltanto a livello amatoriale; ho una Canon PowerShot con un buono Zoom che mi ha permesso di fare queste foto ravvicinate». Immagini non professionali, ma degne di nota e capaci di contestualizzare lo stambecco bianco acorne nella sua “famiglia”. Un documento importante. Un tesoro che Castagno aveva nel proprio hard-disk e che l’articolo di Luna Nuova ha permesso di far venire alla luce.

Su Luna Nuova di martedì 17 novembre 2020

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Collegno, stop alle auto davanti alla scuola Leumann

Collegno, stop alle auto davanti alla scuola Leumann

VIABILITA'

La cultura valsusina ha perso il maestro Marcello Oliveri

La cultura valsusina ha perso il maestro Marcello Oliveri

LUTTO

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

TORINO-LIONE

Rivoli, panettoni per il personale del Pronto soccorso

Rivoli, panettoni per il personale del Pronto soccorso

SANITA'

Rivoli: a Cascine Vica avanza il cantiere per la metropolitana

Rivoli: a Cascine Vica avanza il cantiere per la metropolitana

TRASPORTI

Alpignano, lavori al ponte al via in primavera

Alpignano, lavori al ponte al via in primavera

VIABILITA'

Villardora, al via i tamponi rapidi: ecco come funzionano

Villardora, al via i tamponi rapidi: ecco come funzionano

CORONAVIRUS

Tav, incontro governo-sindaci rinviato a venerdì mattina

Tav, incontro governo-sindaci rinviato a venerdì mattina

TORINO-LIONE

Tav: mercoledì l'incontro tra l'Unione montana e la ministra De Micheli

Tav: mercoledì l'incontro tra l'Unione montana e la ministra De Micheli

TORINO-LIONE