COVID-19

Vaie, infanzia e primaria: ecco i sanificatori per tutta la scuola

Nelle aule per non aprire le finestre in inverno col paese all'ombra per due mesi

19 Novembre 2021 - 00:09

Vaie, infanzia e primaria: ecco i sanificatori per tutta la scuola

di MARCO GIAVELLI

Un sanificatore di ultima generazione per ogni aula, senza che debba essere azionato manualmente ed evitando così alle insegnanti l’incombenza di arieggiare più volte i locali. Alle scuole di Vaie, infanzia e primaria, il Covid si combatte così: con un investimento relativamente contenuto, circa 6-7 mila euro, che l’amministrazione comunale ha deciso di mettere in campo per rendere gli ambienti più salubri e sicuri. I nuovi apparecchi sono stati installati a inizio novembre in tutte le aule della primaria, al primo piano, e dell’infanzia, al piano terra, compresi il salone per mensa e dormitorio dove, data una superficie più estesa, i sanificatori attivi sono due.

Una scelta dettata non solo dal contrasto alla pandemia, ma anche da due altri fattori chiave: il risparmio energetico e la posizione ad handicap dell’edificio scolastico di via Martiri della Libertà 9, su cui da fine novembre a fine gennaio cala l’ombra perenne. «Le norme anti-Covid varate dal governo su indicazione del Cts prevedono di cambiare più volte l’aria nei locali durante l’orario scolastico, cosa che si faceva già lo scorso anno - ricorda il sindaco Enzo Merini - in inverno questo rappresenta però un problema, soprattutto per una scuola come la nostra che trascorre i due mesi più freddi interamente all’ombra, con uno spreco di energia non indifferente indotto dal dover aprire frequentemente le finestre e contestualmente riscaldare i locali. Ci siamo quindi guardati intorno: sul mercato esistono dei sanificatori tecnologicamente avanzati che funzionano a raggi Uvc e frequenze speciali, testati per il contrasto del Sars-Cov2 e più in generale di tutti i virus e batteri, la cui certificazione garantisce un’efficacia al 99,9 per cento. Abbiamo concordato l’intervento con la dirigente scolastica e il Rspp dell’Istituto comprensivo Centopassi di Sant’Antonino che lo hanno accolto con grande favore».

Per mettere in funzione i sanificatori è stata anche realizzata una linea dedicata dell’impianto elettrico, in modo da poterlo spegnere il sabato e la domenica a scuola chiusa. «L’impianto provvede a garantire un ricambio costante d’aria e non è dotato di filtri interni che necessiterebbero di pulizia o di essere cambiati: ad abbattere la carica microbica presente nell’ambiente ci pensano appunto i raggi Uvc, le cui lampade possono essere cambiate una volta ogni due anni - prosegue il primo cittadino - si tratta per altro di apparecchi di dimensioni ridotte, poco ingombranti, staffati al muro in alto sulla parete, che non richiedono nessun intervento manuale per essere azionati: ogni dispositivo sanifica superfici fino a un massimo 60 metri quadrati, motivo per cui nel locale mensa e nel dormitorio della scuola dell’infanzia ne abbiamo installati due. All’interno dell’Istituto siamo sicuramente i primi ad aver dotato gli ambienti scolastici di queste nuove apparecchiature».

Un intervento che va ad aggiungersi al sanificatore speciale, a base di acqua ossigenata con sali d’argento, che già l’anno scorso il Comune di Vaie aveva messo a disposizione della scuola dell’infanzia, per un costo di circa 2mila euro: «L’apparecchiatura, di fatto una pistola con un grosso serbatoio, utilizza un’apposita soluzione di perossido di idrogeno: per la scuola dell’infanzia è molto utile, perché consente di velocizzare molto il lavoro del personale Ata, che sanifica anche tre volte al giorno i giochi e le varie attrezzature». Il tutto unito ad un atomizzatore spalleggiato che il Comune aveva acquistato a inizio pandemia per la sanificazione della palestra e dei giochi pubblici.

Per quanto riguarda invece l’edificio scolastico, si sono da poco conclusi i lavori di sostituzione di tutti i serramenti, per un importo di poco superiore ai 70mila euro: lo scorso anno era toccato a quelli dell’infanzia, quest’anno è stata la volta della primaria. Inoltre, da fine anno, anche la scuola dell’infanzia sarà dotata di una Lim. «Investire sulla nostra scuola è sempre stata negli anni una delle priorità dell’amministrazione comunale - conclude Merini - anche nell’emergenza Covid, che purtroppo non è ancora finita, abbiamo deciso di proseguire sulla stessa strada: l’obiettivo è dare ad alunni, insegnanti, operatori scolastici e famiglie un ambiente gradevole con elevati standard di sicurezza, ora anche a livello di qualità dell’aria. Se uniamo tutto questo alla qualità didattica della nostra scuola, con un elevato indice di riempimento e tante famiglie che la scelgono anche da fuori paese, nonostante non vi sia il servizio di tempo pieno, siamo convinti che siano soldi pubblici ben spesi».

su Luna Nuova di venerdì 19 novembre 2021

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Avigliana, un deposito illegale di fuochi d'artificio

Avigliana, un deposito illegale di fuochi d'artificio

SEQUESTRI E DENUNCE

Mascherine anche all'aperto fino a metà gennaio

Mascherine all'aperto anche in cintura fino a metà gennaio

EMERGENZA

Rivoli, ascensore rotto: Roberto non può uscire di casa

Rivoli, ascensore rotto: Roberto non può uscire di casa

DISAGI

Alpignano, ultimo giorno per la pista di guida sicura

Alpignano, ultimo giorno per la pista di guida sicura

INIZIATIVA

Avigliana: rotoballe a fuoco in una cascina a Drubiaglio

Avigliana: rotoballe a fuoco in una cascina a Drubiaglio

INCENDIO

Buttigliera, morto l'ex sindaco e deputato Luigi Massa

Buttigliera, è morto l'ex sindaco e deputato Luigi Massa

POLITICA IN LUTTO

Bussoleno: aggravata la misura per Scalzo, ora è in carcere a Torino

Bussoleno: aggravata la misura per Scalzo, ora è in carcere a Torino

NO TAV-NO BORDER

Grugliasco, cervi e caprioli ringraziano e salutano il Canc

Grugliasco, cervi e caprioli ringraziano e salutano il Canc

AMBIENTE

Bussoleno: Emilio Scalzo prelevato da casa sua per l'estradizione in Francia

Bussoleno: Emilio Scalzo prelevato da casa sua per l'estradizione in Francia

NO TAV-NO BORDER