E l'orso ritorna sui monti

Fotografato da una giovane alle pendici del Musiné, avvistamenti in alta valle Susa

Anche l’orso, dopo il lupo, potrebbe tornare a colonizzare le montagne della valle di Susa? Il punto interrogativo ed il condizionale sono d’obbligo, almeno per il momento. Tuttavia le segnalazioni in questi anni, pur sporadiche, non sono mancate. Un esemplare è stato visto ai margini del parco Orsiera, sulle pendici del monte Ciantiplagna, mentre è dell’inizio di agosto l’avvistamento di un esemplare giovane a Valdellatorre, ai piedi del Musinè. Non proprio un posto dove ti aspetteresti di incrociare lo sguardo con il plantigrado, ma la segnalazione è stata avvalorata anche con un’immagine colta al volo con il telefonino da una 19enne del luogo. «Stavo passeggiando lungo il greto del torrente Casternone - racconta la giovane fotografa - di tutto mi sarei aspettata di incontrare fuorchè un orso, eppure è spuntato dai cespugli, la sua sagoma è inconfondibile, ho fatto in tempo a scattare una foto e poi è sparito, mi sembrava non di grossa taglia, sicuramente giovane, è stata un’emozione». Il suo scatto, consegnato alla polizia municipale, che lo ha poi diffuso al servizio di tutela della flora e della fauna della Provincia, d’altronde, al netto di improbabili “taroccamenti”, è inequivocabile.

su Luna Nuova di venerdì 5 settembre 2014

 


0

Commenti degli utenti